Città del Lazio antico Dal 6 al 9 luglio 2017

Accompagna il viaggio: Veronica Iacomi dottore di ricerca in Archeologia orientale all’Università di Roma “La Sapienza”


1° giorno
Arrivo a Roma – Cori –  Palestrina

Arrivo libero alla alla stazione Termini di Roma entro le ore 14.00.
Partenza da Roma per Cori. All’arrivo visita della città, posizionata su una collina, con i suoi monumenti più famosi:  il Tempio d’Ercole sull’Acropoli dell’antica Cora; le mura poligonali; la chiesa di Santa Oliva, ex convento degli Agostiniani, ora museo e cappella; il Tempio di Castore e Polluce situato nella zona del Foro; il Pozzodorico che si trova su una piazza grande ed è composto di quattro ambienti ed una cisterna; il Ponte romano della Catena che consente di attraversare il fosso della Catena.
Alla fine della visita si parte per Palestrina. All’arrivo cena e pernottamento in albergo.


2° giorno
Artena – Palestrina

Colazione in albergo. La mattina partenza per Artena e visita della città. Celebri sono le mura poligonali, costruite oltre duemila anni fa e realizzate con enormi blocchi di pietra tanto che per lungo tempo la loro costruzione venne attribuita ai mitici Ciclopi o al popolo dei Pelasgi.
Visita al Museo Archeologico di Lambrechts nel quale sono esposti i materiali ritrovati nel corso delle campagne di scavo in zona. Pranzo in corso di visite.
Rientro a Palestrina e visita del Santuario della Fortuna Primigenia, complesso sacro dedicato alla dea Fortuna della città di Praeneste, databile verso la fine del II secolo a.C. Il Santuario si articola su sei terrazze artificiali, edificate sulle pendici del monte Ginestro, collegate tra loro da rampe e scalinate di accesso.
Visita al Museo Archeologico Nazionale, ospitato nel rinascimentale palazzo Barberini, sulla sommità dell’antico santuario della Fortuna Primigenia. Nelle sale del museo sono esposti i più importanti reperti provenienti dall’antica Praeneste e dal suo territorio, una delle più importanti e fiorenti città del Lazio antico.
Al termine della visita, rientro in albergo, cena e pernottamento.


3° giorno
Ferentino – Alatri – Norba

Prima colazione in albergo. Partenza per Ferentino, le cui origini sono antiche e avvolte nel mito. L’Acropoli si presenta come una vasta area le cui pendici sono fortificate da una possente opera muraria, costruita secondo tecniche diverse.
Proseguimento per Alatri, la cui acropoli, nota localmente come Civita, circondata da mura ciclopiche, è caratterizzata da due porte che rispettano i principi della sezione aurea. Assai interessanti sono pure i resti del Portico di Bitileno, risalente II secolo a.C. Pranzo in corso di visite.
Proseguimento per Norba, un’antica città sui monti Lepini. La visita dell’aerea archeologica è di particolare interesse per la monumentalità del poderoso circuito delle mura (“ciclopiche”) e per le due acropoli, poste su due collinette, chiamate convenzionalmente “maggiore” e “minore”. Sono presenti e visibili cisterne, pozzi, ambulacri, passaggi sotterranei e tratti di  basolato stradale ancora perfettamente mantenuto. Rientro in albergo, cena e pernottamento.


4° giorno
Roma e partenza

Prima colazione in albergo. Il mattino partenza per il Parco dell’Appia Antica a Roma. Il territorio del Parco custodisce testimonianze straordinarie della storia di Roma.
Visita alla Tomba di Cecilia Metella, il monumento simbolo della via Appia Antica. Il mausoleo è noto per la sua imponenza ed eleganza, oltre ad essere stato riutilizzato in epoca medievale come torre di un castello ancora perfettamente conservato.
Proseguimento con la Villa dei Quintili: il più grande complesso residenziale del suburbio di Roma. Alla Villa si accedeva dall’Appia Antica, attraverso un grande giardino a ippodromo dotato di un ninfeo monumentale. La grande esedra del ninfeo si presenta oggi profondamente modificata dalle strutture medievali che ne hanno riutilizzato i muri per alzare una fortificazione.
Oltre il giardino, si trova il nucleo principale della Villa, che si sviluppa sulla collina con una serie di cortili e vani di rappresentanza, un grande impianto termale e gli ambienti della residenza privata affacciati sulla vallata circostante. Pranzo libero in corso di visite.
Al termine passeggiata nel Parco degli Acquedotti dove sono presenti numerosi manufatti di epoca romana, rinascimentale e dell’ottocento: sei, degli undici grandi acquedotti costruiti dai romani, e uno rinascimentale.
Intorno alle ore 17.00 trasferimento alla stazione Termini e rientro libero alla propria città.


Quote individuali di partecipazione in camera doppia: € 580

  • Supplemento singola: € 75
  • Spese apertura pratica: € 40
  • Pacchetto vacanze serene: € 25 (comprende l’assicurazione per le penali d’annullamento)
  • Mance (da consegnare all’accompagnatore in loco): € 25

La quota comprende:

  • sistemazione in camera doppia in hotel di categoria 4 stelle
  • trattamento di mezza pensione (prima colazione e cena) in hotel
  •  Due pranzi in ristorante
  • bevande comprese durante tutti i pasti (½ minerale e ¼ vino)
  • tutti i trasferimenti in pullman gt
  • presenza di un archeologo
  • guida locale ove necessario
  • lezioni e incontri con l’archeologo durante il viaggio
  • entrate ai musei e luoghi archeologici indicati nel programma
  • assicurazione medico-bagaglio

La quota non comprende:
voli o treno per/da Roma, mance, eventuale tassa di soggiorno, extra personali e quanto non specificato in programma.

Partecipanti: minimo 15 persone


Informazioni e prenotazioni
Agenzia Viaggi Rallo
Piazza Ferretto 4 
- Mestre (Ve)
041.980860
agenziaralloweb@agenziarallo.it
www.agenziarallo.it

Scheda tecnica e condizioni assicurative riportate sul sito www.agenziarallo.it