Basilicata. Crocevia di civiltà Dal 12 al 20 luglio 2019

viaggio di Archeologia Viva in Basilicata

Accompagnano il viaggio le archeologhe: Brunella Gargiulo, Ester Annunziata e Luisa Aino

Programma


1° giorno
Bari – Matera
Arrivo libero a Bari entro le ore 15 circa; incontro dei partecipanti al viaggio e partenza in pullman privato per Matera.
All’arrivo in albergo, incontro con l’archeologa e presentazione del viaggio.
Al termine, cena e pernottamento in hotel.


2° giorno
Matera
Giornata dedicata alla visita di Matera, città antichissima, il cui territorio custodisce testimonianze umane a partire dal paleolitico e, senza interruzione, fino ai giorni nostri, proclamata Patrimonio dell’Unesco nel 1993. La città è adagiata su due anfiteatri naturali: Sasso Caveoso e Sasso Barisano con al centro lo sperone della Civita, l’antica città medievale dove si trova il Duomo. Sasso Caveoso si sviluppa prevalentemente con abitazioni quasi completamente scavate nella roccia, mentre nel Sasso Barisano si trovano le chiese rupestri di San Nicola dei Greci, con i suoi bellissimi affreschi duecenteschi, e della Madonna delle Virtù, risalente all’ XI-XII secolo.
Visita alla chiesa rupestre del Peccato Originale, una grotta adibita a chiesa nel IX secolo d.C. dai monaci benedettini, completamente affrescata. Pernottamento a Matera.


3°giorno
Parco archeologico di Metaponto
La mattina visita al Parco archeologico di Metaponto con la polis greca o meglio dei resti di quanto si è salvato dalle continue spoliazioni del passato.
Visita al Museo Nazionale del Metapontino con reperti dalla preistoria alla tarda antichità e al Tempio extraurbano di Hera, meglio conosciuto con il nome di Tavole Palatine.
Visita alla villa romana di Termitito: un edificio costruito ed utilizzato dal II sec. a.C fino al II sec. d.C. Rientro a Matera.


4°giorno
Pisticci – Craco
Visita al centro storico di Pisticci, posto nel cuore dei cosid-detti “calanchi lucani” ed antico centro di produzione di ceramica indigena. Il paese venne denominato “Pesticium” nel periodo romano e divenne feudo in età normanna.
Nel pomeriggio, visita alla città abbandonata di Craco, antica città che fiorì nel X secolo, fino a diventare un Comune nel 1276. Le varie famiglie nobili che vi abitarono, costruirono palazzi e chiese. Attualmente, causa di una grossa frana nel 1963, Craco è stata completamente evacuata, diventando un vero e proprio paese fantasma, che da alcuni decenni entusiasma viaggiatori e numerosi registi che hanno scelto questo luogo come set per dei loro film.
Rientro a Matera.


5° giorno
Anglona – Herakleia
Visita al Santuario romanico di Santa Maria di Anglona posizionato su di un colle alto 263 metri, che domina la vallata dei fiumi Agri e Sinni. Rappresenta un piccolo gioiello dell’architettura medievale in Basilicata, e presenta al suo interno, un interessante ciclo di affreschi (trecenteschi), recentemente messi in luce da un accurato lavoro di recupero e di restauro. Nel pomeriggio si raggiunge Policoro per la visita al Parco archeologico dell’antica polis greca di Herakleia e del Museo archeologico nazionale della Siritide che custodisce corredi funerari, armature in bronzo, gioielli in argento, oro e ambra, testimonianza di un glorioso passato.
Rientro a Matera.


6° giorno
Grumentum – Potenza
La mattina partenza per la visita del parco archeologico di Grumentum dove si trovano i resti dell’antica colonia romana di Grumentum, una delle più importanti del sud Italia. I frequenti attacchi saraceni tra l’878 e il 1031, costringono gli ultimi abitanti di Grumentum a cercare rifugio sul colle sovra-stante la città, dove esisteva, dal IV sec. d.C., un piccolo insediamento intorno al tempio dedicato alla divinità egizia Serapide.
Di seguito visita al Museo nazionale dell’Alta Val d’Agri.
Al termine proseguimento per Potenza. All’arrivo visita al Museo Archeologico Nazionale, ospitato nel prestigioso Palazzo Loffredo, che offre un quadro archeologico dell’intera regione, dalla fase precedente alla colonizza-zione greca sino alla conquista romana, con un approfondimento sul territorio di Potenza. Sistemazione in hotel a Potenza.


7° giorno
Venosa – Melfi
La mattina partenza per Venosa, nel cuore del Vulture Melfese. Visita alla città, ricca di gioielli artistici e architettonici fortemente legati alla dinastia Normanna e patria del celebre poeta latino Orazio.
Proseguimento con il Parco Archeologico che testimonia il periodo repubblicano della città.
Visita alle catacombe ebraiche in prossimità di quelle cristiane, dimostrazione della presenza di una consistente comunità ebraica tra il IV e il IX secolo.
Nel pomeriggio si raggiunge Melfi, roccaforte di Federico II di Svevia, sovrano illuminato e misterioso. È da Melfi che l’imperatore promulga nel 1231 le “Costituzioni melfitane”, norme che per la prima volta riconoscevano alle donne diritti sconosciuti all’epoca. Visita della città e del Museo archeologico nazionale ospitato nel castello Normanno-Svevo. Le sue collezioni vanno dai reperti delle popolazioni indigene della preistoria, dei periodi romano, bizantino e normanno.
Pernottamento a Potenza.


8° giorno
Potenza – Torre di Satriano
Visita al Museo di Muro Lucano le cui diverse sezioni attestano gli insediamenti della Basilicata nord-occidentale. Dell’insediamento di Baragiano, è visibile la ricostruzione di un settore della necropoli arcaica, in cui sono stati ricollocati i più significativi corredi funerari. Nella seconda sezione si trovano i reperti relativi al centro antico di Raia San Basilio, nel territorio murese, e al santuario ellenistico di c.da Fontana Bona di Ruoti. Una terza sezione illustra il processo di romanizzazione dell’area, grazie alle testimonianze provenienti dalle numerose ville individuate nel territorio, di cui sono esposti i ricchi mosaici.
Proseguimento con la visita ai Mulini ad acqua.
Nel pomeriggio, visita al sito di Torre di Satriano,  torre a base quadrata posizionato su di un colle. La collina è sede di una complessa stratificazione storica che data dall’età del Ferro sino alla fine del Medio Evo. La nascita della prima Satriano è fatta risalire, soltanto grazie a ritrovamenti di frammen-ti di ceramiche trovate sui pendii e ai piedi della collina, tra il X e il VII sec. a.C.
Rientro a Potenza.


9° giorno
Potenza – Acerenza – Bari
La mattina, partenza da Potenza in direzione di Bari. Lungo il percorso, sosta per la visita al Castello di Lagopesole, il luogo in cui Federico II, Imperatore di Svevia, amava rifugiarsi per dedicarsi all’arte venatoria. L’affascinante e massiccio blocco rettangolare del maniero medioevale è articolato su due piani e caratterizzato da due cortili e da una torre contraddistinta da una muratura bugnata nella parte superiore, tipica dell’architettura sveva.
Al temine proseguimento per la vicina Acerenza, un borgo arrampicato su una montagna (833 metri s.l.m.), dalle alte mura e dall’imponente cattedrale che svetta tra le viuzze antiche del centro storico, classificato uno dei Borghi più belli d’Italia.
Visita alla meravigliosa Cattedrale, edificata a partire dal 1080. Dall’esterno si può ammirare la plasticità della struttura architettonica, dove si vedono incastonati nei muri, i marmi di età romana, le figure scolpite di lapidi funerarie, le colonnine della vecchia basilica paleocristiana. Il campanile ricostruito nel ‘500, conserva alla base l’originaria struttura normanna con le tipiche pietre bugnate.
Pranzo libero.
Al termine partenza per Bari dove si arriva intorno alle ore 14.00. Rientro libero.


Quote individuali di partecipazione in camera doppia: € 1.835

  • Supplemento singola (massimo 4, ulteriori singole potranno avere un supplemento più alto): € 170
  • Entrate: € 50
  • Tassa di soggiorno a Matera (da pagare in hotel) € 20
  • Spese apertura pratica: € 40
  • Mance (da consegnare all’accompagnatore in loco): € 50

La quota comprende:

  • trasporto in pullman GT dalla stazione ferroviaria di Bari Centrale per tutto il tour
  • vitto ed alloggio dell’autista
  • sistemazione in hotel di cat. 4 stelle, in camere doppie con servizi privati
  • tutti i pasti a partire dalla cena del primo giorno alla prima colazione dell’ultimo giorno
  • bevande ai pasti in ragione di ½ minerale + ¼ di vino ad ogni pasto
  • assistenza culturale da parte di 3 archeologhe (alternate) per tutto il tour
  • assicurazione medico-bagaglio-annullamento

La quota non comprende:
raggiungimento di Bari, bevande ai pasti, pasti liberi, mance, entrate (da consegnare all’archeologo), extra personali negli alberghi e ristoranti, tassa di soggiorno a Matera da pagare in loco, tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”.

Partecipanti: minimo 15 persone

SCOPRI TUTTI I VIAGGI AV


Informazioni e prenotazioni
Agenzia Viaggi Rallo
Piazza Ferretto 4 
- Mestre (Ve)
041.980860
agenziaralloweb@agenziarallo.it
www.agenziarallo.it

Scheda tecnica e condizioni assicurative riportate sul sito www.agenziarallo.it

(Foto Wikimedia Commons)