Puglia. Archeologia tra due mari: Peucetia e Messapia Dal 31 ottobre al 7 novembre 2019

Accompagna il viaggio: Marida Pierno archeologa


1° giorno
Arrivo a BARI
Arrivo libero a Bari entro le ore 14.00. Pranzo libero. Incontro con l’archeologa per la visita del centro storico a partire dagli scavi del succorpo della Cattedrale dove sono racchiuse le testimonianze più antiche della cattedrale e della città. A 5 metri di profondità, si trovano strutture murarie relative alla fase romana, paleocristiana, altomedievale e quella medievale e, infine, alla fase moderna.
Proseguimento con la visita al Museo archeologico di Santa Scolastica: oltre 4000 anni di storia del territorio, dalla preistoria al Medioevo. Ha sede presso l’antico monastero di Santa Scolastica, incorporato in un bastione delle mura cittadine, dove recenti scavi hanno portato alla luce ambienti di epoche diverse e importanti reperti. Fra le collezioni del museo si possono ammirare numerose ceramiche daune, peucete, messapiche, apule, greche, monete dalla Magna Grecia all’età Moderna, sculture in pietra e terracotta, oreficeria, vetri, ambre, gemme incise.
Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.


2° giorno
BARI – BRINDISI – CEGLIE MESSAPICA
Partenza da Bari per Brindisi ove si visiterà il centro storico e le sue testimonianze storico-archeologiche quali l’area archeologica di San Pietro degli Schiavoni, per comprendere il reticolo viario della città nella prima età imperiale romana; Palazzo Nervegna in cui si fondono elementi rinascimentali e pre-barocchi; il Museo archeologico Faldetta dove è esposta una collezione di 350 reperti archeologici, ricca di forme vascolari tra le quali spiccano esemplari in ceramica micenea, corinzia, attica a figure nere, italiota a figure rosse e in stile Gnathia. Proseguimento con la visita alla chiesa di Santa Maria del Casale, uno dei pochi esempi di arte romanico-gotica in Puglia.
Arrivo a Ceglie Messapica, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.


3° giorno
MOTTOLA – TARANTO
In mattina si raggiunge Mottola per la visita della gravina dove sono ancora tangibili le tracce della civiltà rupestre: una cultura insediativa che, fin dalla preistoria ha sfruttato le cavità della roccia tufacea, per realizzare delle abitazioni.
Visita alle chiese rupestri di San Nicola di Myra e di San Gregorio e ai loro affreschi di epoca bizantina.
Proseguimento per Taranto e visita al museo MarTa, museo archeologico istituito nel 1887 che occupa, sin dalle origini, l’ex Convento dei Frati Alcantarini, o di San Pasquale dove è esposta una delle più grandi collezioni di manufatti dell’epoca della Magna Grecia, tra cui i famosi Ori di Taranto.
Rientro in hotel, cena e pernottamento.


4° giorno
TORRE SANTA SUSANNA – PARCO ARCHEOLOGICO MURO TENENTE – MESAGNE – LECCE
La mattina partenza per la visita alla chiesa rurale paleocristiana di S. Pietro di Crepacore, monumento risalente al VI- VII sec. d.C., costruito sulle fondamenta di un’antica villa rustica romana, connubio fra le civiltà longobarda e bizantina. Sia la sua ubicazione, sia il ritrovamento di grandi quantità di ceramica fanno pensare che la Chiesa dovesse far parte di un insediamento alto medievale molto più vasto, probabilmente un “castrum” bizantino.
Proseguimento per la visita al parco archeologico di Muro Tenente le cui mura monumentali si estendono per oltre due chilometri e mezzo, racchiudendo un insediamento messapico ampio circa 50 ettari.
Proseguimento per Mesagne, visita al caratteristico centro storico dall’inconfondibile stile barocco e al museo archeologico “Granafei”, collocato all’interno del castello cittadino. Qui sono esposti importanti reperti archeologici d’epoca messapica, romana e medioevale proveniente da tutta la regione.
Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.


5° giorno
PARCO ARCHEOLOGICO DI CAVALLINO – LECCE
La mattina visita al parco archeologico di Cavallino dove si potranno vedere resti di un villaggio risalente all’Età del Bronzo e all’insediamento dei Messapi: abitazioni, necropoli dove sono stati ritrovati numerosi corredi funerari, magazzino per le derrate alimentari e la cisterna per la raccolta dell’acqua piovana.
Proseguimento per Lecce e visita del suo centro storico dove le finissime decorazioni in pietra leccese impreziosiscono non solo chiese ma anche balconi e terrazze delle abitazioni private.
Visita a Piazza Duomo ove si affacciano il Duomo di Maria Santissima Assunta, il Campanile, l’Episcopio e il Palazzo del Seminario.
Proseguimento per l’Anfiteatro Romano, straordinaria testimonianza del II secolo d.C., e per il Castello di Carlo V, sovrano spagnolo che ne ordinò la ristrutturazione nel 1500.
Di seguito visita al Museo archeologico Castromediano, il museo più antico della regione, che espone numerosi reperti della civiltà messapica e degli insediamenti romani.
Nella sezione preistorica è stata ricostruita la Grotta dei Cervi di Porto Badisco, con interessanti pitture rupestri.
Rientro in hotel, cena e pernottamento.


6° giorno
CASTRO – OTRANTO
La mattina visita al centro storico di Castro, la terra dei Messapi, che divenne colonia greca e poi romana, col nome di Castrum Minervae. Sul cuore della città, Piazza Vittoria, si affacciano la Cattedrale Bizantina e il Palazzo Vescovile.
Nel pomeriggio si raggiunge Otranto, la porta tra Oriente ed Occidente, villaggio fondato dai coloni greci. Visita al paese che fu, nei secoli, conquistato dai Longobardi, dai Bizantini, dagli Angioini, dagli Aragonesi e dai Turchi, per poi finire sotto il regno di Venezia e della Francia. Questa lunga serie di predomini non potevano non lasciar traccia del loro passaggio che si evince nei tesori artistici, nella cultura, nelle opere architettoniche giunte fino a noi. Tra le maggiori testimonianze spiccano indubbiamente il castello aragonese, la cattedrale e la chiesa bizantina di San Pietro.
Rientro in hotel, cena e pernottamento.


7° giorno
ROCA VECCHIA – ACAYA
Visita al sito protostorico di Roca Vecchia, fiorente città messapica posta in posizione panoramica, all’interno di grotte carsiche. Il percorso si snoda tra la Torre Aragonese e la Grotta della Poesia, quest’ultima avvolta da antiche leggende, dove recentemente è stato scoperto un luogo di culto messapico.
Nel pomeriggio visita al borgo di Acaya, testimonianza di cittadella fortificata di età tardo medioevale e del museo che conserva al suo interno i reperti provenienti dal sito di Roca.
Rientro a Lecce, cena e pernottamento in hotel.


8° giorno
PARCO RUPESTRE DI LAMA D’ANTICO – BARI – RIENTRO
Mattinata dedicata alla visita del Parco Rupestre di Lama d’Antico che ospita uno dei più suggestivi insediamenti rupestri della Puglia. All’interno di esso è possibile esplorare le diverse strutture che costituivano l’antico villaggio (X-XVI sec. d.C.): l’imponente chiesa scavata nella roccia, le grotte-abitazioni e quelle legate al lavoro. Nell’area del Parco rientrano anche le chiesette rupestri di San Lorenzo e San Giovanni dalle vivaci decorazioni pittoriche.
Pranzo libero.
Ritorno a Bari entro le ore 15.00 circa e rientro libero alle proprie località di origine. 


N.B. Per motivi di ordine operativo ed organizzativo, le visite e le escursioni possono subire modifiche nell’ordine di effettuazione, ma non nel contenuto, salvo decisioni del governo locale circa chiusure di siti archeologici, al momento non prevedibili.


Quote individuali di partecipazione da Roma Fiumicino in camera doppia: € 1.390

  • Supplemento singola: € 250
  • Spese apertura pratica: € 40
  • Ingressi da consegnare all’archeologa: € 70 (salvo modifiche )
  • Mance (da consegnare all’accompagnatore in loco): € 40

La quota comprende:

  • sistemazione in camera doppia standard in hotel di categoria 4 stelle con servizi privati
  • trattamento di mezza pensione (prima colazione e cena bevande incluse nella misura di ½ lt acqua e ¼ lt vino)
  • tutti i pranzi (dal secondo al settimo giorno) bevande incluse nella misura di ½ lt acqua e ¼ lt vino
  • trasporto in pullman GT per tutto il tour
  • presenza di guida/archeologo
  • visite ed escursioni come da programma
  • lezioni e incontri con l’archeologo durante il viaggio
  • assicurazione medico-bagaglio-annullamento.

La quota non comprende:
trasporto per/da Bari, pranzi del primo e dell’ottavo giorno, mance, entrate ai musei e luoghi archeologici, tassa di soggiorno a Lecce da pagare direttamente in hotel (c.a 1 € a persona e notte), extra personali e quanto non specificato in programma.

Partecipanti: minimo 15 persone


Informazioni e prenotazioni
Agenzia Viaggi Rallo
Piazza Ferretto 4 
- Mestre (Ve)
041.980860
agenziaralloweb@agenziarallo.it
www.agenziarallo.it

Scheda tecnica e condizioni assicurative riportate sul sito www.agenziarallo.it


(Foto Wiki Commons)