News

Ultim’ora a Firenze: invasione di dinosauri! Mostra

8 novembre 2019


Fino al 12 gennaio 2020 trenta dinosauri a dimensione naturale sono “di passaggio” a Firenze nella suggestiva mostra “Dinosaur Invasion” allestita nei grandi spazi del Centro Sportivo Paganelli (zona Novoli).

La città piomba nel giurassico

L’esposizione è un viaggio a ritroso nel tempo a tu per tu con gli antichi dominatori della Terra riprodotti a grandezza naturale non solo nell’aspetto, ma anche nei movimenti fedeli al loro comportamento in natura.

Grazie infatti alla tecnologia degli animatronics, sistemi tecnologici e robotici in grado di “dar vita” alle fedeli riproduzioni dei dinosauri, le gigantesche creature muovono corpo, lingua, bocca, occhi, coda, ali e artigli, immergendoci in una vera e propria “giungla” giurassica.

Cecchi Paone: la dinosauromania non tramonta mai

«L’esperienza cinematografica, televisiva, espositiva, conferma a livello mondiale che i dinosauri sono in assoluto i migliori ambasciatori delle scienze della vita – spiega il noto conduttore tv Alessandro Cecchi Paone (voce narrante dell’audioguida) – in particolare presso i più piccoli, gli studenti delle scuole primarie, gli adulti che vogliono recuperare nozioni dimenticate di biologia, zoologia e paleontologia. Al pari dell’Egittomania, la passione per i dinosauri si rinnova di generazione in generazione»

Alessandro Cecchi Paone “scherza” con un T-Rex durante la presentazione alla stampa di “Dinosaur Invasion” a Firenze.

Anche la Toscana aveva i suoi dinosauri

Circa 250 milioni di anni fa, nell’era Mesozoica passando per il periodo Triassico, Giurassico e Cretaceo, la Terra era molto diversa da quella di oggi ed era dominata dai dinosauri, termine coniato nel 1842 dal paleontologo inglese Richard Owen, dal greco deinòs, ‘terribile’ e sàuros, ‘lucertola’.

Spiega Luca Pandolfi, paleontologo dell’Università di Firenze, specializzato nello studio dei grandi mammiferi fossili dell’Eurasia e dell’Africa: «Anche la Toscana 230 milioni di anni fa era popolata dai primi dinosauri teropodi, come testimoniano le orme rinvenute sui Monti Pisani. Delle forme viventi del passato spesso non restano che alcuni resti scheletrici, orme o tracce, ma negli ultimi anni si è riusciti anche ad estrarre materiale organico, come collagene e proteine».

Info: www.dinosaurinvasion.it