Albania. Viaggio nella terra degli Illiri, tra archeologia, storia e arte Dal 27 agosto al 5 settembre 2019

albania viaggio culturale

Accompagna il viaggio: Elda Omari


1° giorno
ROMA – TIRANA – ELBASAN – POGRADEC
In tarda mattinata, partenza dall’Italia con volo di linea per Tirana. All’arrivo, partenza per Elbasan, l’antica Scampis romana e visita alla fortezza dalle fondamenta romane e bizantine. L’antico edificio e le sue mura, per una parte ancora intatte, raccontano oggi della grande importanza militare che la città ebbe nel primo periodo ottomano. Il castello fu ricostruito nell’anno 1466 dal sultano ottomano, sulle rovine dell’antica città di Skampa, appartenenti al IV secolo d.C. La cinta muraria, difese la città dalle invasioni barbariche. Proseguimento per Pogradec, cena e pernottamento in hotel.


2° giorno
POGRADEC – LIN – MOSCOPOLI – CORIZZA
Al mattino colazione in hotel e partenza per la visita del sito di Lin, un’area abitata sin dall’età del Ferro. I resti archeologici della collina sopra l’attuale villaggio conservano i muri di fondazione e i mosaici di una chiesa bizantina paleocristiana, risalente al VI secolo.
Proseguimento per Corizza (in albanese Korça), città che si fregia del titolo di capitale culturale dell’Albania perché qui fu fondata la prima scuola di lingua albanese nel 1878, e la prima scuola femminile un anno dopo. Visita al centro storico, al Museo Medievale e delle icone, il Museo Archeologico.
Nel pomeriggio proseguimento per Moscopoli, (Voskopoja in albanese) che nel XVIII sec., fu una delle maggiori città dei Balcani ed principale centro culturale e commerciale romano. Visita delle Chiese, costruite durante il XVI ed il XVIII secolo, famose per gli affreschi. Sistemazione a Corizza, e pernottamento in hotel.


3° giorno
CORIZZA – KAMENIZA – PERMET – ANTIGONEA – LABOVA e KRYQIT – ARGIROCASTRO
Al mattino partenza in direzione Argirocastro (in albanese Gjirokastra), città patrimonio dell’UNESCO.
Lungo la strada, sosta a Kameniza per le visite ad alcune tombe preistoriche.
Proseguimento per Antigonea, una delle città storiche più importanti d’Albania, la cui fondazione è legata alla nota figura di Pirro. Della bella città edificata dal re dell’Epiro, in onore della bella moglie Antigone, rimangono oggi ancora visibili le imponenti mura, una strada che attraversava la città, tre basiliche paleocristiane e un mosaico dedicato a San Cristoforo.
Proseguimento per la località di Labova e Kryqit e visita della chiesa di Labova, uno straordinario esempio di architettura bizantina in Albania. Secondo la tradizione, un tempo custodiva dei frammenti della Vera Croce, mentre secondo un’altra tradizione, custodiva un’icona miracolosa della Vergine. L’edificio è tipicamente bizantino con un’alta cupola centrale.
Sistemazione ad Argirocastro, cena e pernottamento in hotel.


4° giorno
ARGIROCASTRO – ADRIANOPOLI – OCCHIO AZZUTTO – MESOPOTAM – SARANDA
Mattinata dedicata alla visita di Argirocastro, città museo, patrimonio dell’Unesco, il cui nome significa “fortezza argentata”. È considerata una delle più antiche città albanesi crocevia delle culture del passato: greca, romana, bizantina, turca e albanese. Domina la città il Castello di Argirocastro, costruito su un grande masso a forma di nave da combattimento. Visita al centro storico e al suo caratteristico bazar.
Proseguimento per Saranda con sosta a Sofratike, l’antica Adrianopoli, città romana del II secolo d.C. Visita al sito archeologico del quale oggi sono visibili il maestoso teatro e la necropoli. Breve sosta alla “sorgente degli Dei” ora “Occhio Azzurro”: una sorgente carsica dall’acqua incredibilmente trasparente.
Proseguimento per Mesopotam e visita della chiesa ortodossa.
Arrivo a Saranda, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.


5° giorno
BUTRINTO e VRINA
Al mattino visita di Butrinto, sito patrimonio UNESCO, fondata secondo una leggenda da Eleno, figlio di Priamo, con l’aiuto di un folto gruppo di profughi troiani. Grande centro in epoca ellenistica, romana e tardo antica, fu raso al suolo dai Turchi. Il sito, immerso nel profumo degli eucalipti, presenta resti che risalgono ad epoche diverse su un arco temporale di 2500 anni: un teatro del III sec. a.C., terme romane, “palazzo della Triconca” (complesso di edifici privati romani) fino al battistero e alla basilica del VI sec. d.C. Una passeggiata intorno alla città permette di ammirare le mura e le porte pre-romane risalenti al IV sec. a.C.
Proseguimento per la visita della parte esterna della città antica nella Piana di Vrina e il Castello triangolare.
Rientro a Saranda, cena e pernottamento.


6° giorno
SARANDA – PORTO PALERMO – PASSO DI LLOGARA – ORICUM – VALONA
Al mattino partenza per Porto Palermo, una delle baie più belle della costa ionica, con un piccolo promontorio roccioso del diametro di 300 metri. Su questa piccola penisola si erge il castello di Ali Pasha, che ha ispirato scrittori come Dumas, la cui costruzione è ancora circondata da leggende.
Proseguimento con la visita al sito archeologico di Oricum, città greca dell’antico Epiro, di cui oggi rimangono visibili il piccolo teatro, con una capienza di 400 spettatori e la chiesa di Marmiroi.
Nel pomeriggio arrivo a Valona, la cui fondazione risale addirittura al VI secolo a.C, e visita al Museo dell’Indipendenza un edificio costruito nel XIX secolo, divenuto sede del Governo provvisorio di Valona nel 1912/13. All’interno vi si trovano per lo più oggetti risalenti al XIX secolo e reperti storici che raccontano le vicende del popolo nel corso della Rinascita albanese. Visita alla Moschea di Muraria.
Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.


7° giorno
VALONA – BYLLIS – BERAT
Partenza per Fier, città ricca storia, circondata da tre siti archeologici di importanza nazionale.
Vista del sito archeologico di Byllis, un’antica città fondata dai greci nella regione dell’Illiria, ai confini con l’Epiro; presenta un teatro, utilizzato dai romani e dai Bizantini.
Il pomeriggio partenza per la città museo di Berat, chiamata anche la città dalle mille finestre. Si visiterà il Castello, il Museo Onufri e l’Acropoli. Si prosegue con la visita delle Chiese dei Tre Santi (Triade), di S. Teodoro e di Vllaherna.
Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.


8° giorno
BERAT – APOLLONIA – ARDENICA – DURAZZO
Il mattino partenza Apollonia e visita al sito archeologico e del museo. Città fondata nel 588 a.C. dai coloni Greci di Kerkyra (odierna Corfu) e di Corinto, fu probabilmente la più importante città, tra quelle conosciute con il nome di Apollonia, che rimase più a stretto contatto con la civiltà greca. La città divenne ricca grazie al commercio degli schiavi e dell’agricoltura, ma anche per il suo porto, il più vicino alla costa italica ed a Brundusium, punto di partenza della via Egnatia che conduceva fino a Tessalonica e Byzantium in Tracia. Visita poi della chiesa e del monastero di S. Maria.
Il pomeriggio proseguimento per Ardenica dove si visiterà il Monastero ortodosso costruito dall’imperatore bizantino Andronico il paleologo nel 1282, dopo la vittoria sugli Angioini.
Partenza per Durazzo e visita della città con il Museo Archeologico, l’anfiteatro romano, le mura bizantine e il macellum.
Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.


9° giorno
DURAZZO – CROIA –  SCUTARI – TIRANA
Al mattino partenza per Croia (Kruja) dove si visiterà il museo di Scanderbeg e il museo etnografico che si trova dentro il castello di Croia. Il castello fu costruito nel IV e V secolo d.C. sui resti di un precedente insediamento illirico del III secolo. Grazie a successivi ampliamenti, alla fine del XII secolo il castello raggiunse la forma completa e divenne un centro delle guarnigioni bizantine. La lunga inespugnabilità del castello lo rese caposaldo dei domini di Scanderberg e della resistenza contro i turchi. Il 15 ottobre 1478, grazie a un negoziato, i turchi riescono a entrare nel castello ma, una volta entrati, infrangendo i patti, uccisero tutte le persone all’interno del castello.
Nel pomeriggio partenza per Scutari dove si visiterà la città, il castello di Rozafat e la Moschea di Piombo.
Partenza per Tirana, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.


10° giorno
TIRANA – ROMA
Al mattino, visita panoramica della città: Piazza Skanderbej e visita alla Moschea di Et’Hem Bej. Visita Museo Archeologico. del Pranzo. Trasferimento all’aeroporto e partenza per il rientro in Italia con volo di linea.


N.B. Per motivi di ordine operativo ed organizzativo, le visite e le escursioni possono subire modifiche nell’ordine di effettuazione, ma non nel contenuto, salvo decisioni del governo locale circa chiusure di siti archeologici, al momento non prevedibili.


Quote individuali di partecipazione da Roma Fiumicino in camera doppia: € 1.590

  • Supplemento singola: € 260
  • Partenza da altri aeroporti: su richiesta
  • Spese apertura pratica: € 40
  • Tasse aeroportuali (soggette a riconferma): € 70
  • Mance (da consegnare all’accompagnatore in loco): € 50

La quota comprende:

  • voli di linea in classe economica da Roma Fiumicino A/R, franchigia bagaglio inclusa
  • sistemazione in alberghi categoria 4 stelle in camere doppie con servizi privati
  • tutti i pasti a partire dalla cena del primo giorno alla prima colazione del giorno di partenza
  • trasporto per tutto il tour in pullman privato
  • visite ed escursioni come da programma, guidate dall’archeologa che accompagna il tour
  • entrate ai siti indicati nel programma
  • assicurazione medico-bagaglio-annullamento
  • accompagnatrice dall’Italia con minimo 15 partecipanti

La quota non comprende:
tasse aeroportuali, bevande ai pasti, mance, extra personali negli alberghi e nei ristoranti ed extra in genere, tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”.

Documento per l’espatrio: carta d’identità valida per l’espatrio e non rinnovata mediante timbro sul retro OPPURE passaporto con validità residua di almeno 3 mesi.

Partecipanti: minimo 15 persone


Informazioni e prenotazioni
Agenzia Viaggi Rallo
Piazza Ferretto 4 
- Mestre (Ve)
041.980860
agenziaralloweb@agenziarallo.it
www.agenziarallo.it

Scheda tecnica e condizioni assicurative riportate sul sito www.agenziarallo.it