Incontro con Cristina Acidini La voce della storia

Intervista a Cristina Acidini. Caterina e Cosimo de’ Medici protagonisti

Archeologia Viva n. 195 – maggio/giugno 2019
pp. 78-80

Intervista di Giulia Pruneti

«Caterina e Cosimo de’ Medici protagonisti e insieme strumenti delle ambizioni della casata»

«Caterina fu regina di Francia ma mantenne sempre usi e costumi della sua Firenze»

«Cosimo impersonò il ruolo del difensore per eccellenza come Perseo che uccide il mostro»

Il 13 aprile 1519 nasceva a Firenze Caterina de’ Medici, futura regina di Francia. Un paio di mesi dopo vedeva la luce Cosimo, che sarebbe divenuto, a soli diciassette anni, Duca di Firenze. Cinquant’anni più tardi, nel 1569, lo stesso avrebbe costituito il Granducato di Toscana, divenendone il primo sovrano.

In occasione del cinquecentenario della nascita dei due personaggi, Firenze dà vita a eventi speciali, mostre, visite, concerti e incontri. Una grande occasione per uno sguardo “in soggettiva” anche sulla grande produzione artistica e monumentale cui i due personaggi seppero dare impulso.

Tra i promotori delle celebrazioni è Cristina Acidini, storica dell’arte e attuale presidente della prestigiosa Accademia delle Arti e del Disegno (fondata proprio sotto Cosimo I). Sempre attiva nella vita culturale italiana, con riconoscimenti internazionali, Acidini è stata anche Soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure e poi, dal 2014, del Polo Museale fiorentino.

Ha promosso, progettato e diretto campagne di restauro, ampliamenti e riordini museali, mostre in Italia e all’estero, studi e pubblicazioni. Tra i suoi scritti si segnalano contributi su Botticelli, Michelangelo, i Medici e altri temi rinascimentali.  […]