Mummie… “dal vivo” al museo Futuro del passato

Archeologia Viva n. 198 – novembre/dicembre 2019
pp. 68-71

di Sabina Malgora, Carter Lupton e Paolo Schirolli

Il Museo di Scienze Naturali di Brescia espone per la prima volta una collezione di mummie egizie riscoperta nei depositi

Le indagini diagnostiche del Mummy Project svelano “in diretta” i reperti come nessuno li ha mai visti…

Per anni “nascosta” nei depositi del Museo Civico di Scienze Naturali di Brescia, una collezione inedita di mummie egizie viene ora proposta al grande pubblico in un’apposita sezione, punto di arrivo di un sofisticato progetto di ricerca nato nel 2012.

La nuova sezione, intitolata Una moderna “Camera delle Meraviglie”, s’ispira alle cosiddette Wunderkammern, stanze “speciali”, che nei secoli scorsi, presso dimore di re, nobili o scienziati, custodivano collezioni di oggetti straordinari ed esotici acquistati durante i grand tours o nei mercati antiquari.

Oggi la “meraviglia” è data dai nuovi e sofisticati strumenti d’indagine, quali le analisi radiodiagnostiche, gli esami medici e chimico-fisici, in grado di fornire informazioni preziose sui reperti e trasmetterle ai visitatori.