Algeria. Dalle città romane alla pentapoli mozabita Dal 16 al 25 aprile 2020

Accompagna il viaggio: Roberta Petrilli archeologa specializzata in Egittologia e Vicino Oriente Antico, collaboratrice del Museo di Colleferro

Programma


1° giorno
ROMA – ALGERI – ANNABA
Nel primo pomeriggio, incontro a Roma e partenza con volo di linea per Algeri.
All’arrivo, trasferimento all’aeroporto nazionale e partenza per Annaba con volo interno.
All’arrivo sistemazione in hotel, cena e pernottamento.


2° giorno
ANNABA – TIDDIS – CONSTANTINE
In mattinata,visita dell’antica Ippona e del suo museo archeologico. La città fu fondata dai Fenici e fu spesso scelta come residenza dai re di Numidia. Conobbe un notevole sviluppo economico sotto Roma in età imperiale e, nel IV secolo, divenne sede episcopale: il più illustre dei suoi vescovi fu Agostino (tra il 396 e il 430). Visita della Basilica di Sant’Agostino.
Nel pomeriggio proseguimento in direzione di Constantine con sosta a Tiddis, antica Castellum Tidditanorum, costruita sulle pendici meridionali della montagna, su terrazze scavate nella roccia, tutte collegate da vie o da scale. Numerosi i monumenti che vi si trovano quali mura, con una porta monumentale, terme con cisterne, costruite da Marco Cocceio Anicio Fausto alla metà del III secolo e un tempio dedicato a Saturno. Fuori dalla città si conserva il mausoleo costruito da Quinto Lollio Urbico, nativo di Tiddis, divenuto praefectus urbis nella capitale sotto Antonino Pio.
Al termine della visita proseguimento per Constantine, la città dei ponti.
Sistemazione in hotel e pernottamento.


3° giorno
LAMBESE – TIMGAD
Partenza in mattinata per Lambese attraverso la regione dei chott, i laghi salati. A Lambese si vedrà l’antica fortezza legionaria della provincia romana proconsolare, in Numidia, di fronte alle tribù berbere dei Getuli. Fu prima forte ausiliario sotto i Flavi, e sotto Traiano divenne fortezza della III Legio Augusta, fino alla conquista dei Vandali. Nel pomeriggio visita di Timgad, l’antica colonia romana di Thamugadi, fondata dall’imperatore Traiano nell’anno 100.
Nel sito di Timgad sono perfettamente visibili il decumano e il cardo, affiancati da un colonnato corinzio parzialmente restaurato e nella parte terminale del decumano si trova il cosiddetto arco di Traiano, alto dodici metri. Innumerevoli gli edifici pubblici: una basilica, una biblioteca, quattro terme ed un teatro da 3.500 posti a sedere, in ottime condizioni di conservazione.
A Timgad si trovano inoltre un tempio dedicato a Giove Capitolino (grande quasi come il Pantheon di Roma), una chiesa quadrata con abside circolare risalente al VII secolo, e una cittadella bizantina costruita negli ultimi giorni della città. Anche Timgad fa parte dell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’Unesco.
In serata rientro a Constantine e pernottamento in hotel.


4° giorno
DJAMILA
Partenza per Djamila, una delle più straordinarie città romane d’Africa, inserita dal 1982 nell’elenco dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.
Visita al sito e allo straordinario museo archeologico, dove si trovano innumerevoli mosaici provenienti da ville e monumenti pubblici della città. La città romana si srotola come un tappeto sulle colline digradanti, dando alla città un aspetto del tutto particolare.
Al termine rientro a Constantine e pernottamento.


5° giorno
GUELMA
La mattina partenza per Guelma per la visita del teatro romano, in parte utilizzato come museo archeologico. Quindi proseguimento per Thubursicu Numidarum le cui vestigia sono ben visibili dalla strada che attraversa il villaggio di Khermissa. Il paesaggio è straordinario, verdi e dolci colline che chiudono ad anfiteatro la pianura della Medjerda. Su un promontorio, in posizione strategica, si sviluppa il nucleo centrale dell’antica città, posizione caratteristica degli insediamenti numidi, dove i romani hanno scavato uno spettacolare teatro romano, ottimamente conservato.
Al termine delle visite, rientro in hotel e pernottamento.


6° giorno
CONSTANTINE – GHARDAIA
La mattina visita al museo archeologico di Constantine, l’antica Cirta, capitale della Numidia dal 300 al 46 a.C., appollaiata sulle vertiginose gole del Rummel, deve il suo nome all’imperatore Costantino che qui fece costruire numerosi edifici.
Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto per il volo a Ghardaia, principale insediamento nella valle dello Mzab, che conserva ancora la sua architettura medievale, parte della quale dichiarata Patrimonio Unesco.
All’arrivo sistemazione in hotel e pernottamento.


7° giorno
GHARDAIA
La mattina visita alla pentapoli mozabita, della quale fanno parte Ghardaia, la capitale, Beni Isguen la città santa, Melika, Bou Noura la luminosa e El Atteuf, famosa per l’armoniosa combinazione di semplicità delle forme e degli stili, dei materiali e delle tecniche usati all’insegna di un rigore insito nello stile di vita dei mozabiti, che invitano alla dolcezza di vivere. Per gli urbanisti del mondo intero, la pentapoli rappresenta la sintesi culturale di questo popolo austero e puro, ogni elemento costruttivo è collegato alla quotidianità del vivere, ed è da questo che il grande Le Corbusier ha tratto l’ispirazione per realizzare alcune delle sue opere architettoniche in Francia. Città-fortezze, furono erette all’interno di grosse mura di cinta diventando dei villaggi grandi il giusto per poter ascoltare da qualsiasi punto, il richiamo del muezzin. Alla sommità si ergeva la moschea che, oltre a essere centro religioso, servì come centro culturale e sociale.
Pernottamento in hotel.


8° giorno
GHARDAIA – ALGERI
La mattina trasferimento in aeroporto e partenza per Algeri. All’arrivo inizio della visita alla città “bianca”, una delle più belle capitali del Nord Africa.
Visita al museo archeologico inaugurato nel 1897, che espone testimonianze storiche di oltre 2.500 anni. Si compone di una sezione archeologica che raccoglie reperti provenienti da tutti i siti in Algeria ed una sezione dedicata all’arte dell’occidente mussulmano.
Al termine trasferimento alla Casbah, un esempio d’architettura islamica e di medina arabo-berbera, simbolo della cultura algerina, iscritto come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1992.
Nel pomeriggio passeggiata nel cuore antico della capitale, tra i suoi splendidi palazzi ottomani e case antiche.
Cena e pernottamento in hotel.


9° giorno
TIPAZA – CHERCHELL
In mattinata, partenza per raggiungere Cherchell, anti-chissima città nata come insediamento egiziano, ha subito numerose dominazioni nel corso dei secoli, le cui testimonianze sono raccolte nel museo archeologico che si visiterà. Proseguimento con Tipaza dove si visiterà la città punico-romana-bizantina con il suo anfiteatro, le terme, i resti della Basilica cristiana più grande dell’Africa romana e il suo museo. Nel 1982 Tipasa venne inserita nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’Unesco.
Rientrando ad Algeri, visita lungo il percorso alla tomba della Cristiana, un singolare edifico circolare, trovata già priva di spoglie e di corredo funerario, posta in posizione panoramica sul litorale algerino.
Rientro ad Algeri e pernottamento in hotel.


10° giorno
ALGERI – ROMA
La mattina visita del Museo delle Belle Arti e del Jardin d’Essay.
Risalita in funicolare fino al Monumento dei Martiri.
Pranzo in ristorante e nel primo pomeriggio trasferimento in aeroporto per il volo di rientro a Roma.


N.B. Per motivi di ordine operativo e organizzativo le visite e le escursioni possono subire modifiche nell’ordine di effettuazione ma non nel contento – salvo decisioni del governo locale circa chiusure di siti archeologici, al momento non prevedibili.


Quote individuali di partecipazione in camera doppia da Roma: € 2.680

  • Supplemento singola: € 370
  • Supplemento partenza da altre città: su richiesta
  • Visto d’ingresso: € 140
  • Tasse aeroportuali indicative: € 150
  • Spese apertura pratica: € 40
  • Mance (da consegnare all’accompagnatore in loco): € 40

La quota comprende:

  • volo di linea Alitalia da Roma in classe economica incluso bagaglio in stiva
  • voli interno Algeri-Annaba + Constantine/Ghardaia + Ghardaia/Algeri in classe economica
  • trasporto in minibus A/C per tutto il tour
  • sistemazione in hotel di categoria 3 e 4 stelle in camere doppie con servizi privati
  • tutti i pasti a partire dalla cena del giorno d’arrivo fino al pranzo del giorno di partenza
  • guida locale parlante italiano
  • tutti gli ingressi ai siti e musei previsti dal programma
  • presenza di un archeologo dall’Italia che accompagna il tour –
  • assicurazione medico-bagaglio-annullamento

La quota non comprende:
tasse aeroportuali, visto d’entrata, bevande ai pasti, mance (€ 40), extra personali negli alberghi e ristoranti e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

Partecipanti: minimo 15 persone


Documenti per l’espatrio: passaporto con validità residua di almeno 6 mesi.
Per il visto: almeno 2 pagine libere attigue, due (02) fotografie recenti formato tessera; formulario compilato in tutti i suoi campi in stampatello; assicurazione medica per viaggio; certificato di residenza rilasciato dalle autorità competenti.
La documentazione deve pervenirci almeno 1 mese prima della partenza per permetterci di ottenere il visto in tempo utile.

Note: l’Algeria ha aperto da poco le porte al turismo quindi la ricettività è ancora molto limitata.
Le strutture a 4 stelle sono pochissime e non sempre il servizio è corrispondente alla categoria; per contro le strutture 3 stelle sono molto semplici, più piccole, ma a volte possono offrire un’accoglienza migliore, pur con i loro limiti.
Anche i ritardi nei voli domestici o nel coordinamento delle scorte di polizia possono verificarsi frequentemente: abbiate un po’ di pazienza e spirito d’adattamento, assolutamente necessari in questo paese.

Ricordiamo che l’Algeria è un paese mussulmano quindi comportamenti e abbigliamento devono adeguarsi agli usi e costumi della popolazione.


SCOPRI TUTTI I VIAGGI AV

 

Informazioni e prenotazioni
Agenzia Viaggi Rallo
Piazza Ferretto 4 
- Mestre (Ve)
041.980860
agenziaralloweb@agenziarallo.it
www.agenziarallo.it

Scheda tecnica e condizioni assicurative riportate sul sito www.agenziarallo.it

(Foto Wikimedia Commons)